Telemedicina - Cooperativa Synapsis

Vai ai contenuti
Servizi
TELEMEDICINE AND HOME HEALTH CARE
 
PREMESSA
 
L’aumento dell’incidenza delle patologie croniche, proporzionale all’invecchiamento della popolazione, la recessione che investe quasi tutte le democrazie, l’aziendalizzazione delle strutture sanitarie pubbliche con il finanziamento per DRG’s, costringe i responsabili del governo alla ricerca di soluzioni alternative al ricovero classico, possibilmente al domicilio dei pazienti in cui si possa accedere ad un ventaglio di prestazioni ad alto contenuto sanitario clinico e tecnologico, che risponda altresì ad un efficiente contenimento dei costi di produzione. Questa nuova filosofia “Home Care” tende a rendere gli ospedali più vicini possibile alla popolazione da essi servita, ridefinendo i propri ruoli, le proprie funzioni e perfino le proprie strutture fisiche e i propri progetti architettonici. Per poter mettere a punto strumenti ed esperienze innovative nelle cure domiciliari è necessario incentivare, nell’ambito delle loro autonomie, i diversi soggetti: da una parte Regioni, ASL, Ospedali e Comuni, dall’altra gli altri soggetti sociali quali il Privato, il Terzo Settore e le Organizzazioni di tutela dei diritti dei cittadini. Lo sforzo che tutti dobbiamo fare nell’immediato futuro potrebbe essere inquadrato nell’integrazione tra servizi sanitari e servizi assistenziali, creando un network interaziendale e interorganizzativo che concilia le esigenze più tradizionali, come il contenimento dei costi e il conseguimento di più elevati livelli di qualità, con i bisogni più recenti, riconducibili all’innovazione tecnologica, all’impatto dell’ICT e alla necessità di garantire integrazione e continuità del processo assistenziale. In altre parole dobbiamo essere capaci di favorire il passaggio dal “Welfare State” alla “Welfare Community” (dallo Stato Sociale ad una nuova Comunità della Responsabilità Solidale).
 
Fondamentali per lo sviluppo dell'assistenza medica, in particolare per l’Home Care, sono i servizi di Telemedicina e Telesanità. A questo filone di ricerca va aggiunto lo sviluppo di sistemi portatili, inseriti negli oggetti di uso quotidiano, che siano in grado di monitorare lo stato di salute dei pazienti, permettere l'ospedalizzazione casalinga (Home Care), aumentare la qualità e l'accessibilità delle cure. L'importanza della Telemedicina nel futuro dei sistemi sanitari mondiali è testimoniata dal fatto che il governo statunitense e le varie agenzie federali hanno stanziato  centinaia di  milioni di dollari per progetti di ricerca e sviluppo in questo campo. Le aree di applicazione della Telemedicina sono molteplici e in espansione:

 
  •  emergenza sanitaria;
  •  teleassistenza domiciliare (“Home Care”);
  •  diagnosi e consultazioni remote (“Second Opinion”);
  •  sistemi informativi sanitari distribuiti;
  •  servizi ambulatoriali remotizzati con accesso a servizi specialistici;
  •  scambio e raccolta elettronica di dati;
  •  comunicazione tra e con i laboratori diagnostici;
  •  educazione sanitaria continua;
  •  teledidattica tradizionale ed interattiva.

                 
PRESENTAZIONE
 
“Telemedicine and Home Health Care” permetterà la definizione della strumentazione, degli aspetti normativi e giuridici, della metodologia, del modello gestionale, della sperimentazione e valutazione di prodotti e servizi di Telemedicina per la classificazione, l’organizzazione, il rilascio e il loro trasferimento in aree geografiche determinate. Il territorio in cui si intende sviluppare la progettualità è carente di strutture e servizi (ADI, RSA, Hospice, ecc.) e soprattutto vi è assenza di coordinamento tra le poche risorse esistenti con scarsa condivisione di tecnologia tra ospedale e territorio.
 
Il progetto prevede l’applicazione della tecnologia avanzata:

 
  •  nel controllo dell’erogazione dell’assistenza sanitaria specialistica a domicilio a pazienti lontani dai centri sanitari;
  •  nella diagnosi e nelle consultazioni remote (“Second Opinion”);
  •  nell’educazione sanitaria e nella formazione continua;
  • nello scambio e nella raccolta elettronica dei dati tra laboratori, specialisti e controllori della spesa, fondamentali per  l’allocazione delle risorse.
       

Questo  progetto  rappresenta il consequenziale completamento e l’implementazione del  programma di ricerca finalizzata del Ministero della Salute “Analisi comparativa costi-efficacia dell’Ospedalizzazione Domiciliare e dell’Assistenza Domiciliare Integrata in area urbana” da noi attuato.
 
L’ambito in cui si sviluppa il progetto è  inizialmente l’area urbana della città di Reggio Calabria, quindi il territorio dell’ASP 5 e successivamente tutte le U.O. che sono state coinvolte nel precedente progetto.
 

OBIETTIVI
  • Ridurre il carico quantitativo dell’assistenza soprattutto infermieristica
  • Ridurre l’accesso alle prestazioni istituzionalizzanti sviluppando forme anche avanzate di Home Health Care integrate con    tutte le risorse specialistiche sanitarie e territoriali
  • Permettere una diffusione veloce delle informazioni specialistiche tra centri di ricerca e terapia, specialmente per quanto    riguarda le immagini fisse o in sequenza di attività anatomo-metaboliche gestibili tramite appositi sistemi di interfacciamento  guidato
  • Supportare i sistemi di emergenza/urgenza riducendo i tempi di accesso dei pazienti alle prestazioni e facilitando la predefinizione di protocolli di intervento personalizzato
  • Ampliare le prestazioni del sistema sanitario e monitorarne l’efficacia sfruttando canali di collegamento già strutturati (reti, CUP, sistemi di controllo, 118 Suem)
  • Contenere la durata e il numero dei ricoveri ospedalieri facilitando le dimissioni ed evitando i ricoveri inappropriati
  • Contenere le lungodegenze riabilitative relative a trattamenti post acuti e riabilitazione   intensiva eseguibili a domicilio
  •  Incrementare l'efficienza delle Aziende Ospedaliere con aumento del turn-over
  • Ottimizzare l’utilizzo delle risorse interne
  • Ridurre le liste di attesa
  • Ridurre i ricoveri in “fuga” verso altre ASL
  • Ridurre i ricoveri fuori soglia
  • Ridurre la degenza media
  • Dare continuità all'assistenza
  • Umanizzare il rapporto assistenziale e migliorare la qualità di vita dei pazienti
DESTINATARI
  • Malati terminali oncologici, Epatopazienti e Nefropazienti
  • Soggetti affetti da malattie acute temporaneamente invalidanti nell'anziano (forme respiratorie e altro)
  • Soggetti che necessitano di nutrizione Enterale e/o Parenterale
  • Soggetti che necessitano di Terapia Antalgica
  •  Pazienti con patologie cronico-evolutive invalidanti, in particolare Sclerosi Multipla, SLA, Cardiopatie medio-gravi
Synapsis Cooperativa Sociale
Iscritta all’albo nazionale  delle società cooperative
n. C103829  del 16/09/2014
(Cooperativa a mutualità prevalente di cui agli artt. 2512 e seg.)
Ente accreditato per l’erogazione Assistenza domiciliare ad anziani non autosufficienti ed ai disabili
2019 Synapsis Cooperativa Sociale | P.IVA 02834630804 | Webmaster ArtPc

Privacy Policy
Torna ai contenuti